Spedizioni all’estero: quali sono i servizi attivi durante la crisi e come richiederli

Spedizioni all'estero con Packlink durante lo stato di allarme

La situazione che stiamo vivendo ha messo sotto scacco molte delle attività quotidiane che prima ritenevamo normali e adesso ci sembrano un lusso. La libertà di spostamento è la principale di queste e, per questo motivo, alcuni servizi sono stati limitati. Non è il caso però delle spedizioni di merci: questa attività è considerata essenziale e per questo continua a essere svolta regolarmente, dentro e fuori i confini nazionali.

Di fatto, sono state applicate pochissime restrizioni, per cui noi di Packlink continuiamo a offrire i nostri servizi per consentirti di spedire i tuoi pacchi verso destinazioni nazionali e internazionali. Per farlo, ti basterà utilizzare il comparatore di servizi di spedizione. Non dovrai far altro che inserire la città di partenza e quella di destinazione, oltre alle caratteristiche del pacco.

Con un solo clic, il sistema ti mostrerà un elenco con i prezzi delle compagnie di trasporto internazionale con cui collaboriamo e i diversi tipi di servizi che offrono. BRT, Poste Italiane, UPS, TNT e molte altre stanno svolgendo la loro attività al 100% per cui spedizioni e consegne sono garantite.

Quando effettui la ricerca, è possibile che qualche servizio non sia disponibile poiché il relativo utilizzo potrebbe essere limitato nel corso dell’emergenza coronavirus (ad esempio, i servizi Drop Off, perché il loro svolgimento richiede il contatto fisico). Tuttavia, hai a disposizioni le spedizioni internazionali porta a porta, che ti offrono la possibilità di spedire pacchi all’estero senza dover uscire di casa.

L’obiettivo di queste misure è ottenere il cosiddetto contatto zero tra i fattorini e i destinatari dei pacchi, per garantire al massimo la sicurezza e la salute di clienti e lavoratori.

Potrai poi usufruire anche del sistema di tracciamento delle spedizioni così da sapere sempre dove si trova il pacco. Si tratta di una procedura molto importante sempre, ma più che mai quando si tratta di destinazioni all’estero.

Le procedure doganali

Se la tua spedizione è destinata a un paese fuori dall’Unione Europea, dovrai seguire una serie di procedure speciali. È vero che il termine “dogana” spaventa un po’, perché implica una serie di procedure e di burocrazia che sembra interminabile.

Puoi respirare. Se gestisci le tue spedizioni internazionali con Packlink, ti indicheremo passo-passo tutto ciò che devi fare, per evitare sorprese e assicurarci che il tuo pacco arriverà a destinazione senza intoppi.

Ogni paese ha le sue leggi per quanto riguarda le dogane ma, in linea di massima, esistono due documenti obbligatori che dovrai presentare: una fattura doganale e un elenco con la dichiarazione del contenuto del pacco, chiamato Packing list.

A seconda del tipo di merce, potrebbe essere necessaria della documentazione supplementare, ma te la indicheremo sempre non appena la compagnia di trasporto ce lo comunicherà.

In ogni caso, se vuoi verificare esattamente cosa ti verrà richiesto per gestire questo tipo di spedizioni, puoi dare un’occhiata a queste informazioni sulle formalità doganali. Lo scoprirai in dettaglio e ti renderai conto che alla fine non è una procedura molto complessa.

Le spedizioni all'estero sono garantite?

Come abbiamo già detto, non esiste al momento alcuna restrizione alle spedizioni e alle consegne di pacchi all’estero e, pertanto, se richiedi una spedizione tramite Packlink, ti assicuriamo che le compagnie di trasporto continuano a offrire i loro servizi regolarmente dentro e fuori le frontiere nazionali.

Tutte le tue spedizioni sono pertanto garantite, saranno consegnate entro i termini stabiliti e con tutte le garanzie che le tue merci arriveranno a destinazione sane e salve. Tuttavia, se hai dubbi o domande riguardo le normative in vigore per spedire e ricevere prodotti durante lo stato di emergenza, non esitare a contattarci per risolvere i tuoi dubbi.

Spedizioni all'estero con Packlink durante lo stato di allarmeLa situazione che stiamo vivendo ha messo sotto scacco molte delle attività quotidiane che prima ritenevamo normali e adesso ci sembrano uMaggiori informazioni