Spedizione in contrassegno: istruzioni per l’uso

Vendi su Amazon o eBay? Risparmia sulle tue spedizioni con Packlink PRO

Cos’è il contrassegno?

Il contrassegno (in inglese “cash on delivery”) è un metodo di pagamento che prevede di corrispondere il saldo di un acquisto al momento della consegna della merce acquisita. Chi usa il contrassegno e a cosa serve?

Il metodo di pagamento in contrassegno può essere usato da qualunque tipo di cliente (privato o impresa), ma è senza dubbio un metodo particolarmente diffuso tra privati che vendono online o ecommerce. Viene spesso usato nelle vendite online in quanto permette di tutelare il destinatario della spedizione garantendogli la possibilità di verificare la corrispondenza della merce rispetto a quanto mostrato nell’annuncio o nell’ecommerce dove il bene è stato acquistato. Cos’è una spedizione in contrassegno?

Una spedizione in contrassegno permette al destinatario dell’invio di pagare la merce acquistata su un marketplace/ecommerce o da un privato, al momento della consegna. Il mittente ha la possibilità di scegliere se addebitare al destinatario anche tutte le spese di spedizione oltre che il costo della merce. Come viene riscosso il contrassegno?

Quando si decide di spedire in contrassegno occorre delegare al corriere scelto per l’invio, la possibilità di incaricarsi della riscossione dell’importo a corrispondere. Il corriere sarà incaricato di riscuotere la somma indicata al momento dell’ordine e di riaccreditarla al mittente, generalmente a mezzo bonifico bancario. La maggior parte dei corrieri italiani accetta, al momento della consegna, il pagamento in contanti (con un tetto massimo che varia da corriere a corriere) o con assegno bancario. Costi della spedizione in contrassegno?

Il prezzo da pagare al corriere per il contrassegno dipende dalla compagnia di trasporto scelta, ma è comunque da considerarsi come costo extra. Nel caso di TNT, per esempio, il contrassegno è calcolato sull’importo a riscuotere: 2.50€+ IVA fino a 200€ o 1.3%+IVA oltre i 200€. UPS, invece, prevede il pagamento dell’1% del valore della spedizione o un minimo di 18.05€. Con tutti i corrieri è necessario indicare che la spedizione è in contrassegno al momento del ritiro della stessa tramite apposita documentazione da apporre sul pacco o sulla busta insieme alle bolle di spedizione. Infine occorre tenere in conto che quando si decide di spedire in contrassegno con alcuni corrieri in caso di smarrimento o danneggiamento dei pacchi il corriere non si assume alcuna responsabilità e non è previsto nessun rimborso.