Come spedire velocemente prodotti alimentari all’estero

Il 2015 si è concluso in Italia con un record di esportazioni di prodotti agroalimentari. Le spedizioni oltreconfine hanno infatti sfiorato il valore di 37 miliardi di euro (36,9 per la precisione), nonostante l’embargo russo che ha posto un freno all’export. Il prossimo obiettivo del nostro paese è quello di superare i 50 miliardi di euro nelle esportazioni agroalimentari, traguardo che potrebbe essere raggiunto entro il 2020.

In questo quadro favorevole, crescono anche le piccole e medie imprese agroalimentari che puntano sull’e-commerce e che occasionalmente spediscono i loro prodotti all’estero, soprattutto se si tratta di prodotti di nicchia, di elevato valore aggiunto e che si fanno apprezzare in specifici mercati esteri. Sono soprattutto queste piccole e microimprese che, non potendo raggiungere accordi vantaggiosi con i corrieri a causa dei bassi volumi di scambio, sono alla ricerca di soluzioni per spedire rapidamente generi alimentari all’estero ed inviarli ai propri clienti.

L’aumento dell’export agroalimentare ha riguardato sia i prodotti freschi di agricoltura e pesca (+11,2%) sia i prodotti dell’industria alimentare (+6,5%). Generalmente i piccoli e-commerce, così come studenti Erasmus o persone che lavorano all’estero, hanno bisogno di spedire prodotti alimentari confezionati, non deperibili, che non richiedono quindi né le vetture specificamente attrezzate per i prodotti freschi deperibili, né le relative documentazioni che li devono accompagnare. Qui è disponibile una lista dei principali alimenti considerati deperibili e di come possono essere spediti.

Spedizione di generi alimentari in paesi europei

La spedizione di generi alimentari all’estero (e facciamo d’ora in poi riferimenti ai prodotti non deperibili) segue diverse norme a seconda che siano inviati all’interno dell’Unione Europea oppure in paesi terzi. Quando si parla di esportazione, infatti, si fa riferimento esclusivamente alla spedizione in paesi terzi, quei paesi cioè che non fanno parte dell’Unione Europea. Se si spediscono generi alimentari nell’UE si parla di attività commerciabili assimilabili a “scambi”, “movimentazioni” e non a esportazione.

La spedizione di prodotti agroalimentari all’interno dell’UE è quindi relativamente semplice e sono numerosi i corrieri in grado di effettuare spedizioni rapide su tutto il territorio europeo. Tra i prodotti alimentari che fanno eccezione alla libertà di scambio ci sono i vini. Quando si tratta di spedire bottiglie di vino da un paese all’altro dell’Unione Europea, occorre infatti avviare una pratica doganale e dotarsi di un domicilio fiscale nel paese di destinazione, con il quale occorre assolvere il pagamento delle accise. Il vino è insomma uno dei pochi prodotti in cui la vendita online nei paesi UE (e le relative spedizioni con corriere) sono ancora soggetti a limitazioni.

Al di là delle possibili limitazioni, le spedizioni di prodotti alimentari all’interno dell’Unione Europea sono di norma relativamente rapide, anche se si tratta di spedizioni pacchi di grosse dimensioni: per alcuni paesi, si possono infatti anche sfruttare le offerte di consegna in sole 48 ore o addirittura in 24 ore, a seconda dei corrieri. È ovvio che più veloce è la consegna, più alti sono i costi. Un po’ meno rapide sono invece normalmente le spedizioni in paesi extra europei. In quest’ultimo caso è anche meno libera la circolazione delle merci e quindi anche dei generi alimentari. Al pacco vanno infatti allegate documentazioni supplementari, che possono variare anche in base al paese di destinazione e agli specifici accordi che questo ha con l’Italia e/o con l’Unione Europea.

Spedizione di generi alimentari in paesi extra EU

Di norma, nella documentazione richiesta per inviare generi alimentari all’estero, in paesi terzi (extra UE), occorre dichiarare l’origine delle merci, indicando quindi il paese di produzione all’interno della “Dichiarazione delle merci ai fini doganali”. L’esportazione negli Stati Uniti comporta poi ulteriori obblighi, regolati dalla Food & Drug Administration. Senza scendere nel dettaglio (tutte le norme ufficiali sono reperibili sul sito ufficiale della FDA), le aziende che esportano prodotti alimentari negli Stati Uniti devono registrarsi presso la FDA, allegare poi Prior Notice e Confirmation number a tutte le spedizioni dirette negli Stati Uniti. Diverso è invece il discorso per i privati che inviano prodotti (non deperibili) come regalo ad mittente privato (anche in questo caso, tuttavia, le spedizioni devono essere precedute da Prior Notice.

Le consegne negli Stati Uniti possono avere tempi quindi ancora più lunghi rispetto a quelle che avvengono nell’Unione Europea. Tuttavia anche in questo caso corrieri internazionali (come UPSTNTStarPack) sono in grado di effettuare spedizioni in tempi molto brevi, come puoi verificare anche facendo una ricerca nella nostra home page.

Il 2015 si è concluso in Italia con un record di esportazioni di prodotti agroalimentari. Le spedizioni oltreconfine hanno infatti sfiorato il valore di 37 miliardi di euro (36,9 per la precisione), nMaggiori informazioni

Come spedire pacchi di grandi dimensioni all’estero

Spedire pacchi di grandi dimensioni all’estero non è semplice come inviare una busta o un collo di piccole dimensioni sul territorio italiano. Inviare pacchi all’estero, infatti, può richiedere in primo luogo una documentazione aggiuntiva che accompagni la merce.

In linea generale, per inviare pacchi all’interno dell’Unione Europea non sono necessari documenti per la dogana. Il trasporto di merci all’interno dell’UE infatti viene considerato come semplice “movimento” all’interno del territorio europeo, non è insomma una forma di “esportazione”. Occorre però fare attenzione che gli oggetti presenti nel pacco non rientrino tra gli articoli proibiti e bisogna poi fare sempre particolare attenzione ai prodotti alimentari, per i quali ci sono regole speciali. Per la spedizione in paesi “terzi” (extra UE) occorre invece completare moduli aggiuntivi, in particolar modo la Dichiarazione della merce ai fini doganali. Se si deve spedire inoltre negli Stati Uniti, può essere necessaria ulteriore documentazione, soprattutto se si spediscono merci particolari come i prodotti alimentari. Di norma, il corriere fornisce i moduli da compilare necessari per ogni tipologia di merce.

I corrieri per spedizioni di pacchi all’estero

Una volta considerati gli aspetti legali relativi all’invio di pacchi all’estero, occorre scegliere il corriere più adatto. Ricordiamo infatti che alcuni corrieri sono specializzati per il trasporto di merci sul territorio nazionale, per cui quando si tratta di spedire merci all’estero potrebbero non essere la soluzione migliore per più motivi:

  • Potrebbero non effettuare spedizioni all’estero.
  • Effettuano spedizioni all’estero, però per farlo si devono appoggiare ad altri corrieri e quindi non sono in grado di offrire prezzi competitivi.

Se vuoi spedire inoltre pacchi di grandi dimensioni, devi considerare anche il fatto che non tutti i corrieri sono in grado di assicurarne il trasporto. Ad esempio, il servizio DPD è molto efficiente nelle spedizioni monocollo in tutta Europa, tuttavia è specializzato in pacchi di piccole e medie dimensioni. Per il tuo obiettivo è quindi meglio scegliere corrieri per i quali il punto di forza è la consegna di colli di grandi dimensioni. Artoni rappresenta ad esempio una delle soluzioni migliori per l’invio anche all’estero di pacchi voluminosi.

È importante quindi verificare le dimensioni massime accettate da ogni singolo corriere ed eventualmente per fare un confronto più veloce, si possono impostare sulla home page di Packlink i dati relativi alla spedizione per visualizzare i corrieri che possono effettuarla.

Peso e peso volumetrico

Colli di grandi dimensioni significano di norma anche un costo maggiore per la loro spedizione, soprattutto se devono essere inviati all’estero. Il peso è infatti un aspetto importante che concorre a determinare il costo del trasporto di un pacco, ma anche il volume, ossia lo spazio che occupa, è molto importante. Di solito infatti i camion, ma anche gli aerei o i container si riempiono assai prima di aver raggiunto il peso massimo consentito. È per questo che il prezzo del trasporto è di solito calcolato sulla base del peso volumetrico.

Il peso volumetrico è quindi il parametro più importante da considerare quando si inviano colli di grandi dimensioni, almeno per quanto riguarda il calcolo del prezzo finale. Per conoscere il peso volumetrico occorre calcolare in primo luogo il volume del pacco, che si ottiene moltiplicando larghezza x lunghezza x altezza. Prendendo ad esempio un pacco di cm 90 x 77 x 130, il suo volume sarà di 0,9 metri cubi.

Una volta calcolato il volume, questo va moltiplicato per un coefficiente, ossia la capacità cubica, che può variare da corriere a corriere, ma che di norma è compreso tra 200 e 300. Se la capacità cubica indicata dal corriere è ad esempio 200, il peso volumetrico del nostro pacco sarà 0,9 x 200 = 180kg.

Arrivato a questo punto forse ti sarai perso tra calcoli di volume, coefficienti e tutto il resto. La cosa più semplice da fare per conoscere il peso volumetrico del tuo pacco è quella di utilizzare un calcolatore del peso volumetrico: basta inserire i dati del pacco (lunghezza, larghezza, altezza) il coefficiente indicato dal corriere (capacità cubica) e premere il pulsante di invio: il sistema farà tutto in automatico, senza possibilità di errore!

Spedire pacchi di grandi dimensioni all’estero non è semplice come inviare una busta o un collo di piccole dimensioni sul territorio italiano. Inviare pacchi all’estero, infatti, può richiedere in priMaggiori informazioni

Cerca spedizioni con il tracking Packlink

La preoccupazione principale quando inviamo un pacco è che venga recapitato nei tempi prestabiliti e intero  senza subire incidenti e ritardi. Le consegne con corriere espresse sono sempre dotate di un codice identificativo che permette di riconoscerle e facilitarne lo smistamento presso i magazzini dei diversi corrieri. Il numero univoco della spedizione permette anche di fare riferimento al pacco inviato senza dover trattare dati sensibili presenti sull’etichetta del pacco.

Cerca le tue spedizioni direttamente online sul nostro sito e  saprai in qualunque momento dove si trova il tuo pacco e quando verrà consegnato a  destinazione. Noi di Packlink pensiamo proprio a tutto, per questo abbiamo messo a disposizione dei nostri utenti, una sezione chiamata “Ricerca spedizione” in cui è possibile tracciare tutte le spedizioni inserendo il codice Packlink o il tracking del corriere con cui la spedizione è stata inviata. Il tracking Packlink viene fornito, a tutti colori che hanno riservato una spedizione sul sito, nell’email di conferma dell’ordine, inoltre il nostro servizio di Assistenza è sempre presente per poterti aiutare nel tracciare lo stato del tuo invio.

In questo modo potrai dimenticarti di dover cercare di capire cosa significano i messaggi di stato presenti sui siti dei vari corrieri e per qualunque dubbio o incidente sarà sufficiente comunicarlo a Packlink e cercheremo di trovare insieme la soluzione più rapida ed efficace.

Spesso pensiamo che le tariffe postali possano essere incrementate dalla possibilità di tracciare la spedizione e che si tratti di un servizio accessorio che comporta un prezzo maggiore, ma per tutti gli ordini effettuati sul nostro sito, la tracciabilità del pacco inviato è incluso nel prezzo e non comporta alcun costo aggiuntivo.

Ogni corriere usa un diverso formato di tracking e alcuni corrieri, come per esempio TNT, attribuiscono ad ogni invio due numeri diversi, uno corrispondente al ritiro e uno alla consegna, per rendere il processo di ricerca più semplice Packlink ti fornisce un solo tracking che ti permette di seguire l’invio fino al suo arrivo a destinazione, online e senza muoverti da casa.

La preoccupazione principale quando inviamo un pacco è che venga recapitato nei tempi prestabiliti e intero  senza subire incidenti e ritardi. Le consegne con corriere espresse sono sempre dotate di uMaggiori informazioni

Confronta i costi di spedizione dei corrieri espressi

I dati delle diverse società di analisi di mercato fotografano l’e-commerce come un comparto in crescente espansione, cui si affacciano anche piccole imprese e professionisti che vendono le proprie merci in Italia e all’estero. Spedire un pacco in maniera il più possibile rapida ed economica è divenuta una necessità diffusa, così come la domanda di comparazione prezzi dei principali corrieri espressi, nazionali e internazionali, che operano sul mercato italiano.

Le piattaforme online di comparazione del costo di spedizione di un pacco consentono un confronto immediato sulle tariffe dei diversi operatori in merito ad ogni singolo e specifico invio. In questo articolo vedremo invece i prezzi e le tariffe dei corrieri, i loro servizi principali e in particolar modo quelli pensati per il mondo dell’e-commerce, che prevedono quindi anche il ritiro del pacco a domicilio.

Prezzi spedizioni Poste Italiane

Poste Italiane è il primo operatore in Italia per i servizi postali e consegna buste, raccomandate e posta assicurata, ma ha al suo attivo pure molti servizi relativi all’invio pacchi, operando quindi anche come corriere espresso. Per il mondo dell’e-commerce, Poste Italiane propone due servizi: Crono Express e Crono Internazionale. Il primo è un servizio esclusivo per l’Italia, che consente di spedire pacchi in tutta Italia con tempi di 24-48 ore, con un costo che parte da 7.76€ IVA inclusa per pacchi fino a 2kg. I prezzi salgono poi in base al peso del pacco, fino ad un massimo consentito di 30kg. Crono Internazionale prevede la spedizione in oltre 200 paesi, con tariffe che partono da 20€ per pacchi fino a 2kg; le consegne in Europa sono effettuate in 3 giorni feriali, nel resto del mondo in 3-5 giorni lavorativi

Costo di spedizione Bartolini

Il corriere Bartolini (BRT) ha una delle offerte di servizi più ampie tra quelle disponibili sul mercato italiano, per cui sono molte anche quelle pensate per chi opera nell’e-commerce e che prevedono quindi ritiro e consegna. La tariffa spedizione Bartolini più economica è Bartolini Express, con prezzi che partono da 10€, con consegna in tutto il territorio nazionale e possibilità di spedizioni multiple; per consegne più rapide c’è il servizio BRT Priority 12.00, con consegna entro le 12.30 il giorno successivo al pick-up e prezzi che partono da 16,05€. Molto interessanti anche i servizi per la spedizioni all’estero: prezzi a partire da 20,54€ per Euroexpress, servizio che copre oltre 600 filiali e che consente spedizioni anche multicollo all’estero; per spedizioni monocollo è invece disponibile il servizio DPD, che ha prezzi più economici (a partire da 14,84€), ma limiti di peso e dimensione massimi inferiori a quelli di Euroexpress.

Prezzi e tariffe SDA

SDA fa parte del gruppo Poste Italiane e opera come un vero e proprio corriere, per cui le tariffe SDA sono calcolate in base al peso volumetrico del pacco. Partono da 9,35€ per il servizio SDA Extra Large, che comprende la consegna in giornata, mentre SDA Extra Large 12:00 effettua la consegna entro le ore 12:00 del giorno feriale successivo al ritiro. Entrambi i servizi consentono l’invio di pacchi con dimensioni massime di 270cm e un peso massimo di 400kg.

Nexive: prezzi e tariffe

Nexive è il secondo operatore postale in Italia e consente pertanto la spedizione di buste, raccomandate, ma anche di pacchi di piccole dimensioni. Le tariffe sono molto competitive e il servizio Nexive completo parte da un prezzo base di 5,76€, con dimensioni e peso massimo rispettivamente di 270cm e 400kg. Si tratta insomma di tariffe particolarmente interessanti per e-commerce che devono spedire piccoli pacchi e necessitano di un servizio low cost.

Costo delle spedizioni TNT

Il corriere TNT è uno dei leader mondiali per le spedizioni e il trasporto espresso e ha messo a disposizione anche per il mercato italiano tariffe pensate per gli e-commerce, che comprendono quindi anche il ritiro a domicilio del pacco. I servizi TNT Economy Express e TNT Express hanno prezzi che partono da 27,50€: il primo è l’ideale per consegne meno urgenti di pacchi piccoli, mentre il secondo è più rapido e ha limiti di peso e dimensioni molto elevati, pari rispettivamente a 999cm e 999kg.

UPS: prezzi e costi di spedizione

UPS è il corriere internazionale che effettua giornalmente il maggior numero di spedizioni al mondo e opera in più di 200 paesi. Le filiali UPS consentono all’operatore di coprire l’intero territorio nazionale e per il mercato italiano dell’e-commerce sono disponibili principalmente tre tariffe. Una tariffa base, la UPS Standard, con prezzi che partono da 12,07€: consegna sul territorio italiano, garantita in 24-48 ore, con peso massimo consentito di 50kg; la UPS Express, con caratteristiche identiche alla precedente, ma con consegna più rapida (entro le ore 12.00 del giorno lavorativo successivo a quello del ritiro della spedizione) e un prezzo a partire da 17,34€; la UPS Express Saver, con cui si possono effettuare spedizioni all’estero in oltre 180 paesi, con prezzi a partire da 22,81€.

Starpack

Starpack è un corriere che offre le tariffe tra le più competitive per le spedizioni all’estero, sia continentali che intercontinentali. Con Starpack puoi spedire all’estero a partire da 15,10€ con il servizio Road Express, con dimensioni e peso massimo consentiti di 180cm e 400kg. Starpack effettua inoltre spedizioni per via aerea con il servizio Air Courier, con prezzi che partono da 25,77€, dimensioni e peso massimo consentiti di 180cm e 70kg.

I dati delle diverse società di analisi di mercato fotografano l’e-commerce come un comparto in crescente espansione, cui si affacciano anche piccole imprese e professionisti che vendono le proprie meMaggiori informazioni

Acquisti e spedizioni dalla Cina? Ecco come fare.

Chi naviga spesso in rete alla ricerca di occasioni per gli acquisti ed è esperto di eCommerce si sarà sicuramente imbattuto in negozi cinesi online che offrono prodotti (molto spesso hi-tech, ma anche abbigliamento) a prezzi irrisori e con spese di spedizione nulle. Ma si tratta di siti affidabili? O c’è qualche truffa nascosta? Come in tutti i settori i “furbetti” non mancano ma, se facciamo attenzione ad alcuni aspetti e ci affidiamo ad alcuni dei siti più conosciuti, potremo fare in tutta tranquillità i nostri affari. Vediamo in che modo.

Spedizioni dalla Cina all’Italia

Uno degli aspetti più importanti da considerare quando si acquista nei siti online cinese è quello delle spedizioni dalla Cina all’Italia. Per evitare sorprese e tempi di attesa lunghissimi è bene conoscere i servizi più utilizzati dagli store cinesi.

  • China Post Air Mail
  • Sistema di spedizioni che si appoggia ad alcune società cinesi per l’inoltro di pacchi. A causa del gran numero di passaggi effettuati, si tratta di un metodo poco preciso con tempi di consegna di almeno 30 giorni.
  • Hong Kong Post
  • Servizio con cui, pagando pochi dollari, è possibile tracciare le spedizioni. Nonostante questa possibilità aggiuntiva il processo è il medesimo del precedente con tempi di consegna compresi tra i 30 ed i 40 giorni.
  • EMS
  • Incluso spesso tra i servizi a pagamento, si tratta di un corriere espresso cinese. La spedizione ha un costo compreso tra 5 e 12 dollari, è tracciabile e viene gestita da SDA (per conto di Poste Italiane) una volta arrivata in Italia. Tempi di consegna di circa 1 settimana.
  • UPSTNT, FedEx
  • Corrieri internazionali, di più alta qualità con costi intorno ai 20 dollari, particolarmente consigliati per gli acquisti di maggior valore. Consegna a partire da 3-4 giorni lavorativi.

Tasse doganali dalla Cina

Un altro degli aspetti da considerare per calcolare il costo totale del prodotto è quello delle tasse (IVA + imposte doganali). Quando i pacchi arrivano alla dogana vengono analizzati e ne viene verificato il contenuto. Una volta appurata la conformità agli standard legali vengono applicate le due imposte che andranno pagate in contanti al momento della consegna. Molto spesso, gli e-commerce cinesi adottano uno stratagemma per eludere i controlli e la tassazione: applicando sull’imballaggio la dicitura “gift” i pacchi spesso non vengono bloccati o tassati.

Ulteriori consigli per l’acquisto di prodotti cinesi online

Quando si compra in Cina è importante tenere presenti altri particolari che potrebbero ritardare la consegna: in primo luogo a causa della vastità del Paese e dei numerosi passaggi necessari alla spedizione, è possibile che il pacco possa accumulare qualche giorno di ritardo rispetto a quanto concordato. In questo caso, se avete tempi stringenti, verificate dove si trova il vostro pacco attraverso il servizio di tracking della spedizione, oppure contattate il centro d’assistenza internazionale. Gli store cinesi, inoltre, si fermano durante le festività, che sono molto diverse dalle nostre: informatevi per capire il momento migliore per gli acquisti.

Non esistono, purtroppo, garanzie o assicurazioni per la merce danneggiata, in particolar modo per quella di valore. Anche rispedendola indietro non avrete rimborsi o cambi. Per gli acquisti di poco valore, invece, potrebbe andarvi meglio e potreste vedervi tornare indietro la merce in ottimo stato.

I migliori online store cinesi

  • AliExpress
  • Forse il sito cinese di e-commerce più conosciuto al mondo, ha di recente raggiunto un successo tale da essere definito l’Amazon cinese, pur essendo destinato anche al mercato europeo. Il catalogo comprende le più svariate categorie di prodotti: si va dagli smartphone, gadget hi tech, fino all’abbigliamento. I prezzi sono veramente competitivi (a volte anche del 90% rispetto a quelli italiani). Il sito si presenta come un mix tra e-Bay ed Amazon, in cui accanto a negozi ufficiali è possibile trovare utenti privati che vendono i propri oggetti. Aliexpress ha anche una buona versione in lingua italiana.
  • Honorbuy
  • Uno degli e-commerce più conosciuti ed apprezzati dagli utenti per l’acquisto di smartphone cinesi, gadget tecnologici e pezzi di ricambio. Il sito permette il pagamento tramite Paypal, bonifici bancari e carte di credito. Le spedizioni vengono effettuate entro 48 ore dall’avvenuto pagamento e non prevedono spese doganali.
  • GearBest
  • Store consigliato per gli amanti di tecnologia ed hi-tech, è specializzato nella vendita di dispositivi elettronici, droni, camere sportive e relativi accessori. Anche questo negozio supporta Paypal come metodo di pagamento.
  • Mart Of China
  • Negozio online specializzato nella vendita vestiti online cinesi in tutto il mondo a prezzi irrisori. Deve il suo successo all’ampiezza del catalogo ed ai costi competitivi derivanti dagli accordi commerciali firmati con una vasta rete di manifatturieri e grossisti cinesi.
  • LighTake
  • Azienda cinese che offre una vasta quantità di oggetti prodotti localmente, dai giocattoli passando per l’abbigliamento fashion fino agli accessori elettronici. Molto vasta la scelta di smartphone e tablet cinesi.
  • Taobao
  • È forse il più grande e-commerce cinese, in cui è possibile acquistare veramente di tutto ed è uno dei siti più visitati al mondo. Fa parte del gruppo Alibaba, così come Aliexpress, ma a differenza di quest’ultimo è ancora più conveniente. Mentre infatti Aliexpress si rivolge anche al mercato europeo, Taobao è destinato al mercato cinese, per cui i prezzi sono ancora più concorrenziali. I prezzi sono espressi in valuta locale (RMB), ma il maggiore ostacolo per gli acquirenti italiani è che il sito, pur consentendo a chiunque di registrarsi ed acquistare, è interamente in cinese.
Chi naviga spesso in rete alla ricerca di occasioni per gli acquisti ed è esperto di eCommerce si sarà sicuramente imbattuto in negozi cinesi online che offrono prodotti (molto spesso hi-tech, ma anchMaggiori informazioni

Come spedire il vino con Corriere Espresso

Il mercato del vino, sia a livello nazionale che internazionale, è in costante espansione, con l’Italia leader mondiale a livello di quantità di vino esportato. Per questo motivo, quella di organizzare la spedizione di pacchi fragili per l’invio di bottiglie, molto spesso costose e pregiate, è un’esigenza diffusa per i negozi specializzati, gli e-commerce, ma anche per gli appassionati di enologia. Per assecondare il trend quasi tutti i principali corrieri hanno organizzato servizi ad-hoc per la spedizione di questo tipo di prodotti. Vediamo come spedire vino e tutte le indicazioni per spedire singole bottiglie o casse di vino senza incorrere in inconvenienti spiacevoli ed in tutta sicurezza.

Innanzitutto è consigliabile inserire i contenitori in tenuta stagna dopo aver controllato la chiusura di ogni singolo pezzo. In secondo luogo è obbligatorio imballare il vino in contenitori specifici, senza mischiarlo con altri tipi di merce che andrebbero a contrastare la dichiarazione obbligatoria da compilare al momento della spedizione.

Accorgimenti da adottare anche nel caso in cui le bottiglie da inviare facciano parte di una confezione regalo. Per mantenere il contenuto al sicuro, inoltre, è necessario separare ogni oggetto con materiale d’imballaggio specifico.

L’imballaggio del vino

Nella maggior parte dei casi il vino deve essere imballato in posizione verticale per facilitare la spedizione ed evitare rischi di contaminazione. Per i vini più pregiati e con caratteristiche di provenienza e conservazione particolari, tuttavia, è possibile l’imballaggio in posizione orizzontale.

Le migliori scatole per la spedizione di vino sono quelle realizzate in cartone robusto a più strati. Per le piccole spedizioni o per quelle all’estero è possibile utilizzare anche contenitori di poliestere espanso. Soluzione comunque sconsigliata per l’invio di collezioni numerose, sia per le dimensioni del contenitore che per i costi del materiale. Molto sicure sono anche le scatole di legno, sempre meno usate tuttavia a causa del peso, che incide sul costo della spedizione.

Per separare una bottiglia dall’altra i migliori inserti sono i separatori di doppio spessore (per le spedizioni “verticali”) o quelli di cartone appositamente realizzati per pacchi piatti. La cosa più importante da considerare è che il separatore raggiunga almeno l’altezza della bottiglia, impedendo il contatto tra un pezzo e l’altro.

I servizi dei corrieri

La maggior parte dei corrieri internazionali prevede servizi di spedizione speciali per il vino, permettendo l’invio di bottiglie con contenuto alcolico inferiore al 70% pressoché in tutta l’Unione europea. Per i commercianti vinicoli e le aziende che effettuano spedizioni numerose, inoltre, è prevista la possibilità di realizzare contratti specifici.

Alcuni corrieri come UPS, per esempio, offrono ai propri clienti anche imballaggi certificati e testati in maniera specifica per proteggere bottiglie di vino di dimensioni standard da 75 cl ed adatti a contenere da 1 a 12 pezzi. In alternativa è comunque possibile far certificare gli imballaggi “home-made” dalle ditte di spedizione.

Spedizione del vino negli USA, in Italia e in Europa

Le bottiglie di vino possono essere spedite in regime di accisa o in daziato sospeso, non devono avere un contenuto di alcool superiore al 70% e devono essere inserite in contenitori di capacità massima di 5 litri.

I pacchi contenenti bevande alcoliche, inoltre, devono indicare specificatamente il contenuto con la dicitura “bevande alcoliche” nell’etichetta di spedizione, nella lettera di vettura e sugli altri documenti.

La consegna è affidata soltanto agli adulti: per questo è importante specificare anche l’intestatario ed i dati di consegna sui documenti di spedizione.

Vino ed alcolici sono soggetti ad accisa in tutti gli Stati dell’Unione Europea e devono essere accompagnati nella spedizione dalla documentazione specifica e dalle marche da bollo fiscali. I moduli suddetti sono necessari per permettere alle autorità di controllare le merci spedite e per assicurare il pagamento delle tasse da applicare. Preparare in maniera corretta la documentazione, inoltre, permetterà anche ai mittenti di recuperare, o in caso di merci in daziato sospeso, di evitare il pagamento di alcuni dei dazi legati alle spedizioni internazionali. Se richiesto, infine, chi spedisce le bottiglie di vino deve fornire la prova documentata del pagamento di tutte le accise specifiche.

Per ulteriori informazioni legate ai regimi di tassazione di ogni Paese europeo (pubblicate dalla Commissione Europea) è possibile collegarsi a questi indirizzi web:

Per la spedizione del vino negli USA, invece, occorrono altre procedure. Le importazioni in questo caso sono regolate dalla Food and Drug Administration, per cui occorre registrarsi alla FDA e sottoporre una Prior Notice, obbligatoria per le spedizioni effettuate da produttori e imprese. Il contenuto del pacco deve inoltre essere descritto nella lettera di vettura (airwaybill), in cui deve essere riportato anche il numero di conferma (confirmation number) della Prior Notice.

Il mercato del vino, sia a livello nazionale che internazionale, è in costante espansione, con l’Italia leader mondiale a livello di quantità di vino esportato. Per questo motivo, quella di organizzarMaggiori informazioni

Come spedire una bicicletta con corriere espresso

Siete amanti dell’ambiente e del vivere sano ed amate le passeggiate in bicicletta? Oppure siete appassionati di ciclismo sportivo o mountain bike? Se oltre ad avere queste passioni volete risparmiare sui vostri viaggi (fino al 30% del costo della spedizione) leggete questa piccola guida: oggi parleremo dei consigli per l’imballaggio e invio della vostra bicicletta con spedizioni economiche usando i principali corrieri internazionali e nazionali.

Procurati la scatola giusta

I rivenditori di biciclette, nella maggior parte dei casi, gettano gli imballaggi degli oggetti in vendita. La prima mossa da fare, quindi, è quella di chiedere ai negozianti se possono darvene una. In alternativa potrete acquistare una scatola adatta per pochi euro anche su Internet o utilizzare la confezione di una tv a schermo piatto. Ricordate che più piccola è la scatola e più risparmierete nella spedizione.

Valuta quali sono le parti della bici da smontare

Per risparmiare dovrete far sì che il vostro pacco sia più possibile piccolo e compatto e non presenti sporgenze indesiderate. Quindi ricordatevi sempre di smontare i pedali, ovviamente in senso opposto a quello della pedalata per evitare danni all’imballaggio. Altre componenti che potrebbero crearvi problemi sono il portapacchi, la sella, le ruote e le parti terminali delle forcelle. Il consiglio, in questo caso, è quello di smontare queste parti ed avvolgerle singolarmente in carta da giornale o componenti da imballaggio (se ne trovano in grandi quantità a pochi centesimi).

Se invece deciderete di non effettuare tutte queste operazioni, concentratevi almeno sul manubrio e le ruote: il primo deve essere allentato e piegato sul telaio; le seconde vanno protette con strati di cartone e, possibilmente, sgonfiate.

Riempite, infine, con il materiale da imballaggio rimasto o con carta di giornale gli spazi fra una parte e l’altra della bici, facendo sì che nulla si muova durante la spedizione.

Calcola il costo della spedizione

Una volta effettuate le operazioni precedenti misurate peso, altezza, profondità e larghezza della scatola. Effettuata la misurazione, potete calcolare il preventivo della spedizione direttamente sul sito del corriere, o cercare la spedizione più economica usando un comparatore di tariffe corrieri. In entrambi i casi, basterà inserire i dati del pacco e della destinazione per avere un costo della spedizione della bicicletta. In media una bicicletta da uomo dovrebbe pesare tra i 15 ed i 25 kg ed il pacco dovrebbe essere di dimensioni intorno ai 96x67x26 cm.

Cerca di rimpicciolire la scatola

Se credete che le dimensioni del pacco siano eccessive oppure che il corriere non vi accetti il collo, potete ridurre la scatola effettuando un taglio di circa 10 centimetri in senso verticale agli angoli dell’apertura superiore. Ricordate sempre che imballare con i giusti accorgimenti potrà farvi risparmiare fino al 30% del costo della spedizione e che, a parità di peso, meno ingombrante sarà la vostra confezione e meno spenderete per il corriere.

Smontare la bici, inoltre, aiuta a ridurre il peso volumetrico. Il peso, infatti, è una delle determinanti fondamentali per determinare il costo di trasporto di un pacco, alla pari del volume. Dal momento che di solito i mezzi di trasporto utilizzati dai corrieri si riempiono prima di aver raggiunto il peso massimo trasportabile, nella maggior parte dei casi è il peso volumetrico a fare il prezzo. Questo diventa quindi il parametro più importante da considerare quando pensiamo di fare spedizioni di grandi dimensioni. Ricordiamo che questa misura si calcola moltiplicando il volume del pacco per il coefficiente di capacità cubica (che varia da corriere a corriere) normalmente compreso tra 200 e 300.

I corrieri per spedizioni delle biciclette in Italia e all’estero

Il prezzo per la spedizione, quindi, dipende dalle dimensioni del pacco e dal calcolo del peso volumetrico. Per avere un preventivo completo è sufficiente inserire i dati dello stesso nei motori di ricerca interni dei principali corrieri espresso. Se scegliete Packlink per la vostra spedizione, la spesa partirà da 21 euro, per il territorio italiano, con ritiro e consegna compresi nel prezzo.

Usando lo stesso comparatore prezzi dei corrieri, potrete ottenere preventivi sulle migliori tariffe di spedizioni internazionali. In linea di massima, per risparmiare nella spedizione della vostra bicicletta all’estero, il consiglio è affidarsi a corrieri internazionali che abbiano una ampia rete di hub e filiali in Italia e all’estero. Tra questi corrieri, ricordiamo sicuramente TNT e UPS. Se invece dovete inviare con corriere ad esempio più di una bicicletta, o addirittura spedire una moto e quindi spedire pacchi voluminosi, uno dei corrieri maggiormente specializzati è sicuramente Artoni e Poste italiane possono con cui è possibile effettuare spedizioni sia in Italia sia di pacchi internazionali.

Siete amanti dell’ambiente e del vivere sano ed amate le passeggiate in bicicletta? Oppure siete appassionati di ciclismo sportivo o mountain bike? Se oltre ad avere queste passioni volete risparmiareMaggiori informazioni

Spedizioni internazionali economiche con Packlink

Luglio significa rientro a casa per molti studenti Erasmus che hanno terminato il loro periodo di studio all’estero o che rientrano a casa per godersi le vacanze prima di tornare alla loro vita universitaria in altri paesi.

Luglio è anche il mese degli adii, degli arrivederci e delle partenze più o meno dolorose…il rientro a casa dopo un periodo di soggiorno all’estero e di un vita costruita altrove.

Noi di Packlink sappiamo cosa vuol dire dover fare le valigie, impacchettare tutto e non capire come sia possibile aver accumulato tanto in coì poco tempo, per questo ti offriamo spedizioni internazionali economiche in modo da permetterti di spedire tutto quello a cui non vuoi rinunciare nel tuo rientro a casa.

Se avete un sovrappeso che non potete caricare sul vostro aereo di ritorno, preparate una valigia e speditela con Packlink in pochi minuti a un prezzo conveniente.

Alcuni esempi di quanto puoi risparmiare inviando con Packlink?

  • Spedizioni di 20 kg dalla Spagna all’Italia a 31.71€
  • Spedizioni di 20 kg dalla Francia all’Italia a 34.15€
  • Spedizioni di 20 kg dalla Germania all’Italia a 40.25€

Organizzare una spedizione internazionale economica su Packlink ti permette di accedere a vari servizi inclusi nel prezzo: il ritiro e la consegna a domicilio, un’assicurazione di base, un servizio di attenzione al cliente contattabile online e per telefono, la possibilità di tracciare il tuo bagaglio fino all’arrivo a destinazione.

La possibilità di effettuare spedizioni internazionali economiche non ti priva del vantaggio di spedire con tempi di consegna ristretti in modo da garantirti l’arrivo del tuo pacco in soli 2 giorni da qualunque località.

Sul nostro sito potrai trovare consigli su come preparare la tua valigia al meglio, in modo da sfruttare al massimo lo spazio a tua disposizione.

Spedisci con Packlink senza dover rinunciare alle tue cose.

Packlink ti augura buon viaggio, bon voyage, buen viaje, Gute Reise, Szerokiej drogi!

Luglio significa rientro a casa per molti studenti Erasmus che hanno terminato il loro periodo di studio all’estero o che rientrano a casa per godersi le vacanze prima di tornare alla loro vita univerMaggiori informazioni

Come organizzare traslochi internazionali e nazionali

Il trasloco è una delle attività più stressanti e che possono mettere a dura prova una famiglia. Traslochi internazionali e nazionali comprendono una lunga serie di impegni, uno grosso sforzo organizzativo e anche costi non trascurabili, che possono comunque essere in parte abbattuti. Ti diamo di seguito una serie di consigli per rendere il tuo trasloco meno stressante, più efficiente e soprattutto più economico.

Organizza per tempo il tuo trasloco

I traslochi, come purtroppo tutti sanno, sono stressanti. Richiedono organizzazione, fatica, pulizie e un sacco di responsabilità. Per ridurre al minimo l’impatto di tutti gli aspetti meno piacevoli del trasloco, la cosa migliore è darsi tempo e pianificare il tutto con largo anticipo. Il tempo minimo che ti consigliamo è di due mesi di anticipo, sia che tu debba spostarti un una nuova casa all’estero, sia che si tratti ad esempio di un piccolo trasloco a Roma o comunque nella tua stessa città.

È importante quindi iniziare a stilare il prima possibile un inventario delle cose da dover traslocare, in modo da sapere esattamente quanti e quali oggetti dovranno essere impacchettati. Questo ti consentirà da un lato di iniziare a impacchettare alcuni oggetti con largo anticipo, dall’altro di poter iniziare a chiedere preventivi alle ditte di trasloco e confrontare i loro prezzi.

Una volta fatto l’inventario delle cose da spedire, inizia sgombrare prima gli armadi, poi il garage e infine gli altri oggetti presenti nelle stanze, individuando tutti gli oggetti che non dovrai traslocare. Questi oggetti potrai a seconda del caso rivenderli, cestinarli o donarli in beneficenza.

Sbriga le pratiche per lasciare la vecchia casa ed entrare in quella nuova

Anche per un trasloco locale, nella tua stessa città, a Roma, a Milano o comunque sul territorio nazionale, ci sono molte pratiche da sbrigare: il trasferimento della residenza, del medico, la chiusura delle utenze (luce, gas, acqua, linea telefonica, ecc.), avvisare tutte le persone che dovranno essere informate (compresi vicini, eventuali amministratori di condominio, ecc.). Parallelamente dovrai organizzare l’ingresso nella nuova abitazione: dovrai quindi riattivare le utenze o fare le necessarie volture, ottenere le chiavi, organizzare le pulizie ed eventuali lavori di manutenzione o riparazione per fare in modo che la casa sia subito abitabile.

Scegli il la ditta di trasloco o il corriere

Una volta che hai realizzato l’inventario degli oggetti da traslocare, potrai iniziare a contattare le varie ditte di trasloco in modo da poter avere preventivi il più possibile accurati, che si basano di norma sul volume degli oggetti e dei pacchi da traslocare e del tempo necessario a spostarli. Dovrai quindi misurare gli oggetti più grandi da traslocare per calcolarne il volume e stimare poi il numero delle scatole che ti serviranno e prenderne le misure, così che le ditte di trasloco possano fornirti preventivi con buona precisione.

Soprattutto quando si trasloca all’estero, è bene scegliere di portare con sé gli oggetti davvero necessari, senza quindi dover spostare mobili o altri oggetti d’arredamento in modo da poter ottimizzare le fatiche e i costi del trasloco. Questo vale a maggior ragione se ti trasferirai in una casa in affitto già ammobiliata, per cui il trasloco diventa una operazione più leggera. In questo caso può essere più conveniente effettuare un trasloco internazionale avvalendosi di un corriere, spesso più specializzati ed economici nella spedizione e consegna di semplici pacchi. I vantaggi sono molteplici:

1) Le tariffe dei corrieri possono essere confrontate con un semplice click.

2) Le spedizioni possono essere prenotate e acquistate online.

3) Possibilità del ritiro dei pacchi a domicilio e della consegna direttamente presso la nuova abitazione.

Corrieri internazionali come TNT, Starpack e UPS hanno spesso tariffe vantaggiose per l’invio di pacchi o spedire pallet all’estero. Nel caso di spedizioni di pacchi pesanti e voluminosi, come succede spesso quando si trasloca all’estero, anche il corriere Artoni offre interessanti opzioni per le spedizioni internazionali.

Impacchettamento degli oggetti da spedire con il trasloco

Infine, negli ultimissimi giorni che precedono la partenza, procedi con l’impacchettamento degli oggetti realmente utili, di cui non potrai fare a meno nella vita quotidiana. Il consiglio, in questo caso, è di cercare di imballare in anticipo più cose possibile, in quanto con ogni probabilità scoprirai che quelle davvero utili nella vita quotidiana sono pochissime e che potrai pertanto imballare in anticipo almeno il 90% degli oggetti che spedirai per il trasloco.

È importante anticipare la scelta dei materiali da imballaggio per il trasloco, in maniera da assicurare il corretto trasporto dei vostri oggetti, senza urti e rotture. Per risparmiare, puoi consultare diversi siti internet specializzati nella vendita di scatole per oggetti da trasloco e fare un unico acquisto di tutte le scatole e materiali, in modo da ottimizzare anche i tempi.

A meno che tu non ti affidi ad un servizio di imballaggio professionale, ti consigliamo di iniziare a preparare i primi pacchi almeno due settimane prima della data del trasloco. Inizia con gli oggetti meno essenziali o meno utilizzati, come libri, abbigliamento fuori stagione, attrezzatura sportiva, ecc. Importante è in questa fase applicare etichette alle scatole per conoscere nel dettaglio il loro contenuto (in modo da non doverle riaprire poco prima della partenza) e fare una lista di tutti gli oggetti che sono stati imballati.

Il trasloco è una delle attività più stressanti e che possono mettere a dura prova una famiglia. Traslochi internazionali e nazionali comprendono una lunga serie di impegni, uno grosso sforzo organizzMaggiori informazioni