Posso contagiarmi di COVID-19 quando ricevo un ordine a casa?

Misure per evitare il contagio di Covid-19

Anche se ormai sappiamo molto sul coronavirus e su come proteggerci dalla sua diffusione, ci sono ancora molti dubbi da risolvere. La maggior parte di noi sa perfettamente quali sono le pratiche igieniche da seguire in casa o quando andiamo a fare la spesa. Ci sono altre attività che non sappiamo bene come affrontare.

Un chiaro esempio è il modo in cui procediamo ogni volta che riceviamo un acquisto a casa. Che provenga da un supermercato o da un qualsiasi negozio online, è fondamentale sapere che oggi esistono diversi meccanismi che sono stati attivati fin dall’inizio dell’emergenza coronavirus e che sono ancora attivi per garantire la protezione dei clienti e dei messaggeri contro il virus.

Per questo motivo le misure di sicurezza delle compagnie di corriere per prevenire il contagio sono attive e seguite alla lettera dai corrieri. In generale, si basano sul raggiungimento di un “contatto zero”, ovvero sulla garanzia che non vi sia interazione tra il corriere e l’acquirente al momento della consegna dei pacchi. A tal fine è stata eliminata la necessità di firmare qualsiasi tipo di bolla di consegna (cartacea o digitale) e, per quanto possibile, verrà effettuata una chiamata al telefono, senza suonare il campanello di casa. Gli oggetti saranno poi lasciati alla porta.

Se non c’è un posto sicuro a disposizione per lasciare il pacco e non si può essere telefonare, il corriere arriverà alla porta di casa nostra e farà qualche passo indietro, per rispettare sempre la distanza di sicurezza sociale. Nella maggior parte dei casi, ci chiederà il numero della carta di identità e non dovremo più firmare o consegnare alcuna documentazione supplementare.

Rischiamo di portare il virus nelle nostre case con la consegna a domicilio?

Il trasporto di merci è considerato un servizio essenziale e, di conseguenza, tutte le spedizioni di pacchi e le consegne sono consentite senza restrizioni. Infatti, è possibile ricevere e inviare qualsiasi tipo di articolo durante l’emergenza Covid. A seconda del prodotto in questione, la consegna può subire un piccolo ritardo (le necessità di base hanno la precedenza), ma ciò avviene solo in pochi casi.

Tuttavia, se facciamo attenzione alle segnalazioni che il coronavirus vive per 24 ore su determinate superfici, come cartone e carta, e anche per un massimo di 3 giorni su plastica e acciaio, secondo uno studio del New England Journal of Medicine, è normale chiedersi quale sia la probabilità che il COVID-19 sia presente nei pacchetti che riceviamo.

Bene, fortunatamente, possiamo dirvi che non c’è bisogno di farsi prendere dal panico: la probabilità di contagio attraverso la movimentazione della merce ricevuta è molto bassa. Per questo motivo, come abbiamo detto, non ci sono attualmente raccomandazioni specifiche per l’igiene e/o la disinfezione delle merci.

E non perché ve lo diciamo noi. L’OMS, nel suo sito web di domande e risposte sulla malattia, assicura che “la probabilità che una persona infetta contamini gli articoli commerciali è bassa, e anche il rischio di contrarre il virus che causa COVID-19 attraverso il contatto con un pacco che è stato maneggiato, trasportato ed esposto a diverse condizioni e temperature è basso”.

Questa è la risposta dell’Organizzazione Mondiale della Sanità alla domanda: è sicuro ricevere un pacchetto da un’area in cui è stato segnalato il VID-19? Prende atto delle raccomandazioni dell’OMS sull’invio di pacchi e delle loro risposte ad altre domande relative al virus.

Anche così, non vi raccomandiamo di abbassare la guardia. Sai che il rischio di prendere il virus attraverso un ordine online è basso, ma se hai ancora bisogno di sicurezza extra per rimanere al sicuro, te le indichiamo. Basta indossare dei guanti, pulire la confezione e il suo contenuto con un gel idroalcolico, gettare il cartone o la plastica che avvolge il prodotto – così come i guanti che avete usato – in un sacchetto chiuso e infine disinfettare le mani.

E se avete altre domande sulle normative in vigore per l’invio e la ricezione dei prodotti durante l’emergenza Covid, non esitate a contattarci. E ricordate: #iorestoacasa.

Misure per evitare il contagio di Covid-19Anche se ormai sappiamo molto sul coronavirus e su come proteggerci dalla sua diffusione, ci sono ancora molti dubbi da risolvere. La maggior parte di noi saMaggiori informazioni