Sei in partenza per l’Erasmus? Scopri i consigli per vivere al meglio l’esperienza

Ci sono diverse decisioni che, cambieranno le nostre vite: iscriversi a certi studi, firmare un contratto di lavoro a lungo termine, abbandonare tutto per andare in giro per il mondo … Di queste esperienze ne emerge una particolarmente cara agli studenti: richiedere una borsa di studio Erasmus. Il programma Erasmus, che nel 2017 ha celebrato il suo trentesimo anniversario, è stato il veicolo di partenza all’estero per migliaia di studenti sin dalla sua fondazione.

Far parte dell’Erasmus è già una condizione comune per un gran numero di laureati e laureate europei, i quali possono confrontare i ricordi che le generazioni precedenti conservano dal servizio militare.

Tuttavia, anche in un Paese con una cultura simile alla nostra, ci sono delle differenze e gli studenti Erasmus devono sforzarsi di adattarsi. A smentire l’immagine festosa e pigra che perseguita questi ragazzi è il fatto che la realtà prevale con tutti i suoi problemi e imprevisti. Pertanto, è logico che lo studente che sta per partire dovrebbe chiedersi: come posso affrontare al meglio il mio anno Erasmus?

In primo luogo, è consigliabile risolvere quante più procedure burocratiche possibili prima della partenza: omologare il percorso di studi, richiedere la tessera sanitaria europea, visitare frequentemente l’ufficio delle relazioni internazionali della facoltà, ecc. È consigliabile anche partecipare a un corso base della lingua di destinazione, anche se è vero che lo studente dovrebbe conoscere la lingua in anticipo per sfruttare al meglio la nuova esperienza accademica.

Un altro compito che richiede attenzione prima della partenza è la preparazione del nostro bagaglio. Ovviamente, non possiamo portare con noi tutto ciò che vogliamo. Le compagnie aeree spesso pongono restrizioni e non sarebbe comodo portare un peso eccessivo. Una soluzione alternativa è chiedere ai nostri familiari o amici di inviarci un pacco al nostro nuovo indirizzo, tramite corriere espresso. Per l’invio di pacchi in Europa puoi provare  Packlink, un comparatore online di tariffe e servizi di corrieri che ti aiuta a trovare il servizio più veloce, economico e affidabile. In questo modo, sarà facile procurarci ulteriori vestiti, libri, appunti o fotografie dei nostri cari.

In termini di alloggio, i social network sembrano lo scenario migliore per contattare altri studenti della nostra stessa città di destinazione. Dobbiamo tenere presente che i prezzi di altri Paesi Europei possono essere sono più alti di quelli del nostro Paese; ma avremo sempre la possibilità di condividere una stanza o cercare un lavoro. Si consiglia inoltre di non andarein un appartamento abitato solo da studenti della propria nazionalità. Uno dei nostri obiettivi, ricorda, è quello di imparare la lingua, che sarà essenziale per superare gli esami che, contrariamente a quanto si dice, spesso richiedono intense stagioni di studio.

Ci sono diverse decisioni che, cambieranno le nostre vite: iscriversi a certi studi, firmare un contratto di lavoro a lungo termine, abbandonare tutto per andare in giro per il mondo … Di queste esperMaggiori informazioni

Spedizioni dalla Cina all’Italia con Packlink

La Cina è il paese con il maggior numero di abitanti e circa 292 lingue diverse parlate dai suoi abitanti. Un autentica Babilonia in cui culture e tradizioni millenarie si incrociano su un territorio di quasi 10 milioni di km 2. La popolazione italiana sul territorio cinese è cresciuta fino a raggiungere nel 2013 i 6746 membri registrati come espatriati in questo paese. Se è certo che il flusso di italiani verso questo paese è cresciuto considerevolmente, anche le migrazioni di cinesi nati o cresciuti in Italia verso il loro paese natale ha subito un forte impulso, dettato anche dalla crisi in cui ha versato il vecchio continente negli ultimi anni.

La presenza di italiani in territorio cinese ha avuto un livello tale da determinare la nascita di associazioni (come l’AGIC Associazione Giovani Italiani in Cina) e pagine web (come Sapori di Cina) dedicate a coloro che hanno lasciato il nostro paese per cercare la fortuna nella Terra di Mezzo.

L’Italia, come altri paesi europei, ha senz’altro dovuto fare i conti con il potere acquisitivo cinese e la potenza economica di questo paese verso il quale siamo esportatori di vini, alimentari e tessili. Il Made in Italy sembra avere un’alta considerazione da parte dei cinesi che ne apprezzano la qualità e le caratteristiche.

Esportare in Cina non è facile a causa delle restrizioni e delle regole che vincolano i passaggi doganali: oltre ai documenti doganali richiesti per le spedizioni al di fuori del territorio extra europeo è necessario presentare il certificato di origine della merce esportata. Per spedizioni tra privati, la procedura può essere semplificata al massimo spedendo con Packlink e compilando la documentazione necessaria direttamente online.

Spedire dall’Italia alla Cina non sempre comporta costi di spedizioni eccessivi, utilizzando Packlink si parte da 35€ con ritiro e consegna a domicilio inclusi nel prezzo. Anche le spedizioni dalla Cina presentano le stesse necessità di controllo da parte della dogana, potrebbe essere necessario però accreditare una tassa di importazione stabilita in base al valore del contenuto dichiarato.

La Cina è il paese con il maggior numero di abitanti e circa 292 lingue diverse parlate dai suoi abitanti. Un autentica Babilonia in cui culture e tradizioni millenarie si incrociano su un territorioMaggiori informazioni

Spedire Bottiglie di Vino al Miglior Prezzo con Packlink

Spedire Vino con Poste Italiane, SDA, TNT, Bartolini o UPS risparmiando con Packlink

Il mercato del vino, sia a livello nazionale che internazionale, è in costante espansione, con l’Italia leader mondiale a livello di quantità di vino esportato. Per questo motivo, quella di organizzare la spedizione di pacchi fragili per l’invio di bottiglie, molto spesso costose e pregiate, è un’esigenza diffusa per i negozi specializzati, gli e-commerce, ma anche per gli appassionati di enologia. Per assecondare il trend quasi tutti i principali corrieri hanno organizzato servizi ad-hoc per la spedizione di questo tipo di prodotti. Vediamo come spedire vino e tutte le indicazioni per spedire singole bottiglie o casse di vino senza incorrere in inconvenienti spiacevoli ed in tutta sicurezza.

Innanzitutto è consigliabile inserire i contenitori in tenuta stagna dopo aver controllato la chiusura di ogni singolo pezzo. In secondo luogo è obbligatorio imballare il vino in contenitori specifici, senza mischiarlo con altri tipi di merce che andrebbero a contrastare la dichiarazione obbligatoria da compilare al momento della spedizione.

Accorgimenti da adottare anche nel caso in cui le bottiglie da inviare facciano parte di una confezione regalo. Per mantenere il contenuto al sicuro, inoltre, è necessario separare ogni oggetto con materiale d’imballaggio specifico.

L’imballaggio del vino

Nella maggior parte dei casi il vino deve essere imballato in posizione verticale per facilitare la spedizione ed evitare rischi di contaminazione. Per i vini più pregiati e con caratteristiche di provenienza e conservazione particolari, tuttavia, è possibile l’imballaggio in posizione orizzontale.

Le migliori scatole per la spedizione di vino sono quelle realizzate in cartone robusto a più strati. Per le piccole spedizioni o per quelle all’estero è possibile utilizzare anche contenitori di poliestere espanso. Soluzione comunque sconsigliata per l’invio di collezioni numerose, sia per le dimensioni del contenitore che per i costi del materiale. Molto sicure sono anche le scatole di legno, sempre meno usate tuttavia a causa del peso, che incide sul costo della spedizione.

Per separare una bottiglia dall’altra i migliori inserti sono i separatori di doppio spessore (per le spedizioni “verticali”) o quelli di cartone appositamente realizzati per pacchi piatti. La cosa più importante da considerare è che il separatore raggiunga almeno l’altezza della bottiglia, impedendo il contatto tra un pezzo e l’altro.

I servizi dei corrieri

La maggior parte dei corrieri internazionali prevede servizi di spedizione speciali per il vino, permettendo l’invio di bottiglie con contenuto alcolico inferiore al 70% pressoché in tutta l’Unione europea. Per i commercianti vinicoli e le aziende che effettuano spedizioni numerose, inoltre, è prevista la possibilità di realizzare contratti specifici.

Alcuni corrieri come UPS, per esempio, offrono ai propri clienti anche imballaggi certificati e testati in maniera specifica per proteggere bottiglie di vino di dimensioni standard da 75 cl ed adatti a contenere da 1 a 12 pezzi. In alternativa è comunque possibile far certificare gli imballaggi “home-made” dalle ditte di spedizione.

Spedizione del vino negli USA, in Italia e in Europa

Le bottiglie di vino possono essere spedite in regime di accisa o in daziato sospeso, non devono avere un contenuto di alcool superiore al 70% e devono essere inserite in contenitori di capacità massima di 5 litri.

I pacchi contenenti bevande alcoliche, inoltre, devono indicare specificatamente il contenuto con la dicitura “bevande alcoliche” nell’etichetta di spedizione, nella lettera di vettura e sugli altri documenti.

La consegna è affidata soltanto agli adulti: per questo è importante specificare anche l’intestatario ed i dati di consegna sui documenti di spedizione.

Vino ed alcolici sono soggetti ad accisa in tutti gli Stati dell’Unione Europea e devono essere accompagnati nella spedizione dalla documentazione specifica e dalle marche da bollo fiscali. I moduli suddetti sono necessari per permettere alle autorità di controllare le merci spedite e per assicurare il pagamento delle tasse da applicare. Preparare in maniera corretta la documentazione, inoltre, permetterà anche ai mittenti di recuperare, o in caso di merci in daziato sospeso, di evitare il pagamento di alcuni dei dazi legati alle spedizioni internazionali. Se richiesto, infine, chi spedisce le bottiglie di vino deve fornire la prova documentata del pagamento di tutte le accise specifiche.

Per ulteriori informazioni legate ai regimi di tassazione di ogni Paese europeo (pubblicate dalla Commissione Europea) è possibile collegarsi a questi indirizzi web:

Per la spedizione del vino negli USA, invece, occorrono altre procedure. Le importazioni in questo caso sono regolate dalla Food and Drug Administration, per cui occorre registrarsi alla FDA e sottoporre una Prior Notice, obbligatoria per le spedizioni effettuate da produttori e imprese. Il contenuto del pacco deve inoltre essere descritto nella lettera di vettura (airwaybill), in cui deve essere riportato anche il numero di conferma (confirmation number) della Prior Notice.

Spedire Vino con Poste Italiane, SDA, TNT, Bartolini o UPS risparmiando con PacklinkIl mercato del vino, sia a livello nazionale che internazionale, è in costante espansione, con l’Italia leader mondiMaggiori informazioni

Tariffe Spedizioni Corrieri Espresso: Compara i Prezzi di Bartolini, Poste, TNT, UPS, Nexive e Starpack

Tariffe Spedizioni Pacchi: I Prezzi dei Migliori Corrieri Espresso

I dati delle diverse società di analisi di mercato fotografano l’e-commerce come un comparto in crescente espansione, cui si affacciano anche piccole imprese e professionisti che vendono le proprie merci in Italia e all’estero. Spedire un pacco in maniera il più possibile rapida ed economica è divenuta una necessità diffusa, così come la domanda di comparazione prezzi dei principali corrieri espressi, nazionali e internazionali, che operano sul mercato italiano.

Le piattaforme online di comparazione del costo di spedizione di un pacco consentono un confronto immediato sulle tariffe dei diversi operatori in merito ad ogni singolo e specifico invio. In questo articolo vedremo invece i prezzi e le tariffe dei corrieri, i loro servizi principali e in particolar modo quelli pensati per il mondo dell’e-commerce, che prevedono quindi anche il ritiro del pacco a domicilio.

Prezzi spedizioni Poste Italiane

Poste Italiane è il primo operatore in Italia per i servizi postali e consegna buste, raccomandate e posta assicurata, ma ha al suo attivo pure molti servizi relativi all’invio pacchi, operando quindi anche come corriere espresso. Per il mondo dell’e-commerce, Poste Italiane propone due servizi: Crono Express e Crono Internazionale. Il primo è un servizio esclusivo per l’Italia, che consente di spedire pacchi in tutta Italia con tempi di 24-48 ore, con un costo che parte da 7.76€ IVA inclusa per pacchi fino a 2kg. I prezzi salgono poi in base al peso del pacco, fino ad un massimo consentito di 30kg. Crono Internazionale prevede la spedizione in oltre 200 paesi, con tariffe che partono da 20€ per pacchi fino a 2kg; le consegne in Europa sono effettuate in 3 giorni feriali, nel resto del mondo in 3-5 giorni lavorativi

Costo di spedizione Bartolini

Il corriere Bartolini (BRT) ha una delle offerte di servizi più ampie tra quelle disponibili sul mercato italiano, per cui sono molte anche quelle pensate per chi opera nell’e-commerce e che prevedono quindi ritiro e consegna. La tariffa spedizione Bartolini più economica è Bartolini Express, con prezzi che partono da 10€, con consegna in tutto il territorio nazionale e possibilità di spedizioni multiple; per consegne più rapide c’è il servizio BRT Priority 12.00, con consegna entro le 12.30 il giorno successivo al pick-up e prezzi che partono da 16,05€. Molto interessanti anche i servizi per la spedizioni all’estero: prezzi a partire da 20,54€ per Euroexpress, servizio che copre oltre 600 filiali e che consente spedizioni anche multicollo all’estero; per spedizioni monocollo è invece disponibile il servizio DPD, che ha prezzi più economici (a partire da 14,84€), ma limiti di peso e dimensione massimi inferiori a quelli di Euroexpress.

Prezzi e tariffe SDA

SDA fa parte del gruppo Poste Italiane e opera come un vero e proprio corriere, per cui le tariffe SDA sono calcolate in base al peso volumetrico del pacco. Partono da 9,35€ per il servizio SDA Extra Large, che comprende la consegna in giornata, mentre SDA Extra Large 12:00 effettua la consegna entro le ore 12:00 del giorno feriale successivo al ritiro. Entrambi i servizi consentono l’invio di pacchi con dimensioni massime di 270cm e un peso massimo di 400kg.

Nexive: prezzi e tariffe

Nexive è il secondo operatore postale in Italia e consente pertanto la spedizione di buste, raccomandate, ma anche di pacchi di piccole dimensioni. Le tariffe sono molto competitive e il servizio Nexive completo parte da un prezzo base di 5,76€, con dimensioni e peso massimo rispettivamente di 270cm e 400kg. Si tratta insomma di tariffe particolarmente interessanti per e-commerce che devono spedire piccoli pacchi e necessitano di un servizio low cost.

Costo delle spedizioni TNT

Il corriere TNT è uno dei leader mondiali per le spedizioni e il trasporto espresso e ha messo a disposizione anche per il mercato italiano tariffe pensate per gli e-commerce, che comprendono quindi anche il ritiro a domicilio del pacco. I servizi TNT Economy Express e TNT Express hanno prezzi che partono da 27,50€: il primo è l’ideale per consegne meno urgenti di pacchi piccoli, mentre il secondo è più rapido e ha limiti di peso e dimensioni molto elevati, pari rispettivamente a 999cm e 999kg.

UPS: prezzi e costi di spedizione

UPS è il corriere internazionale che effettua giornalmente il maggior numero di spedizioni al mondo e opera in più di 200 paesi. Le filiali UPS consentono all’operatore di coprire l’intero territorio nazionale e per il mercato italiano dell’e-commerce sono disponibili principalmente tre tariffe. Una tariffa base, la UPS Standard, con prezzi che partono da 12,07€: consegna sul territorio italiano, garantita in 24-48 ore, con peso massimo consentito di 50kg; la UPS Express, con caratteristiche identiche alla precedente, ma con consegna più rapida (entro le ore 12.00 del giorno lavorativo successivo a quello del ritiro della spedizione) e un prezzo a partire da 17,34€; la UPS Express Saver, con cui si possono effettuare spedizioni all’estero in oltre 180 paesi, con prezzi a partire da 22,81€.

Starpack

Starpack è un corriere che offre le tariffe tra le più competitive per le spedizioni all’estero, sia continentali che intercontinentali. Con Starpack puoi spedire all’estero a partire da 15,10€ con il servizio Road Express, con dimensioni e peso massimo consentiti di 180cm e 400kg. Starpack effettua inoltre spedizioni per via aerea con il servizio Air Courier, con prezzi che partono da 25,77€, dimensioni e peso massimo consentiti di 180cm e 70kg.

Tariffe Spedizioni Pacchi: I Prezzi dei Migliori Corrieri EspressoI dati delle diverse società di analisi di mercato fotografano l’e-commerce come un comparto in crescente espansione, cui si affaccianMaggiori informazioni

Come Inviare Cibo con Poste Italiane in Italia o all’Estero

Dovete spedire alimenti a un vostro caro all’estero o avete nostalgia di qualche prelibatezza del vostro paese di origine?

Per le spedizioni alimentari esistono delle restrizioni specifiche che potrete consultare nella sezione Consigli Utili e che sono comuni a tutti i corrieri e i servizi di spedizione.

Oltre all’impossibilità di spedire generi alimentari deperibili, esistono particolari norme in materia di import e export di prodotti alimentari che si applicano in alcuni paesi di destinazione.

Per spedire alimenti negli USA, occorre fare riferimento al regolamento specifico a tutela della salute pubblica e delle procedure anti terrorismo. Tutta la normativa e i codici corrispondenti a ciascun alimento sono consultabili sul sito dell’ FDA , US Food and Drug Administration, che contempla tutte le casistiche di importazione possibili in modo che sia riscontrabile un codice identificativo di ciascun prodotto spedito e che deve essere tassativamente indicato sui documenti di spedizione. Se il pacco ritirato è spedito senza il numero identificativo del contenuto nella fattura commerciale o pro-forma, potrebbe essere fermato e rimandato al mittente.

Anche per le spedizioni di cibo in Cina, occorre apporre specifica documentazione accompagnatoria che dipende dal motivo dell’importazione (se commerciale o tra privati). Non si possono inviare pacchi regalo che contengano alimenti a meno che non si tratta di prodotti industriali e che l’esportatore sia debitamente registrato presso le autorità competenti.

La normativa in materia di spedizioni alimentari è volta a evitare la diffusione di malattie contagiose trasmesse agli alimenti durante il loro processo produttivo ed è per questo che spedire alimenti è senz’altro più semplice, quando si tratta di spedizioni extra-europee,  se si effettuano spedizioni come produttore autorizzato all’esportazione.

All’interno dell’Unione europea, i divieti in materia di invio di alimenti sono sicuramente minori, ma è comunque obbligatorio evitare di inviare cibi deperibili e dichiarare in modo corretto il contenuto della spedizione in modo che possa essere controllato dai corrieri e dagli addetti doganali.

Dovete spedire alimenti a un vostro caro all’estero o avete nostalgia di qualche prelibatezza del vostro paese di origine?Per le spedizioni alimentari esistono delle restrizioni specifiche che potreteMaggiori informazioni

Spedizioni economiche bagagli corriere espresso

Anche noi italiani sempre più spesso prenotiamo i nostri viaggi online e quando si tratta di andare all’estero spesso cerchiamo la tariffa più conveniente per il volo aereo, concentrando tutte le attenzioni sul costo del biglietto. I dolori arrivano però quando si tratta di imbarcare le valigie: può succedere infatti che in un biglietto scontatissimo non sia compreso il costo di imbarco della valigia nella stiva, oppure sono ammessi ad esempio bagagli fino ad un certo peso, oltre il quale scatta un pesante sovrapprezzo. È importante quindi cercare, oltre che a un biglietto low cost, anche il modo più economico per inviare le proprie valigie all’estero.

L’imbarco dei bagagli nella stiva è diventato un vero e proprio business per la compagnie aeree, almeno per quelle americane. Una recente indagine del Washington Post ha rivelato che lo scorso anno i vettori aerei a stelle e strisce hanno ricavato, sui bagagli, circa 3,5 miliardi di dollari, contro i 464 milioni di otto anni fa. Per risparmiare nel tuo prossimo viaggio, è importante quindi fare la massima attenzione anche alle tariffe dei bagagli e valutare eventualmente una opzione alternativa, come quella del corriere.

Se viaggi con il solo bagaglio a mano, l’opzione più economica rimane quella di portarlo con te in aereo, basta che rientri nei limiti di peso e dimensioni previsti dalla compagnia: in questo caso, il costo del bagaglio a mano è sempre compreso nel biglietto. Diverso è invece il discorso se porti con te una valigia: le compagnie aeree low cost applicano di norma un sovrapprezzo per la valigia da stiva, il cui costo non è compreso nel biglietto. Nelle compagnie aeree di linea, invece, nel costo del biglietto è compreso anche un bagaglio da stiva, tuttavia il prezzo del biglietto è spesso superiore al punto dal rendere comunque più conveniente la compagnia aerea low cost.

È in questa fase che occorre valutare le terza opzione, ossia di inviare i bagagli da stiva con un corriere. Si possono in questo modo sfruttare da un lato i bassi costi dei biglietti delle compagnie aeree low cost e dall’altro al convenienza e la comodità di spedire le valigie all’estero con il corriere.

Abbiamo fatto una semplice prova con una tratta europea sicuramente molto gettonata dai viaggiatori, quella Milano – Berlino. Abbiamo inserito nel nostro servizio di comparazione prezzi dei corrieri le dimensioni e il peso di un trolley standard: 28cm x 51cm x 75cm, peso 20 kg. Il risultato lo potete vedere nello screenshot qua sotto:

Comparazione prezzi dei corrieri tra Milano e Berlino con Packlink

Il corriere BRT, in questo caso, è in grado di consegnare la valigia al prezzo di 25,42€; seguono StarPack a 36,87€ e UPS a 45,61€. Per altre tratte europee i costi dei corrieri variano poco: per Milano – Parigi, il costo del servizio base di BRT è di 24,78€.

Le tariffe dei corrieri possono subire alcune variazioni, in base all’esatto CAP di partenza, alle dimensioni e al peso della valigia, ma per molte destinazioni europee spedire la valigia con il corriere e viaggiare senza bagaglio con una compagnia aerea low cost può essere il modo più economico per viaggiare all’estero e portarsi dietro una valigia. Inoltre, alcuni corrieri prevedono tariffe ancora più vantaggiose per i viaggi di gruppo, per cui più al comitiva è grande e più si risparmia.

Usare un corriere per spedire il bagaglio all’estero significa inoltre viaggiare in comodità senza portarsi dietro valigie pesanti: è il corriere infatti che passa a ritirarle a domicilio e le consegna poi direttamente in hotel. È anche molto più semplice il passaggio in aeroporto, visto che non si devono imbarcare bagagli all’andata, né aspettare il loro arrivo all’aeroporto di destinazione. Inoltre, molto più raramente capita che un bagaglio sia disperso dal corriere che non dalla compagnia aerea.

Lo svantaggio principale di inviare le valigie all’estero tramite corriere consiste nel dover organizzare la spedizione dei bagagli qualche giorno prima della partenza. Di norma, più economico è il servizio del corriere e più alti sono i tempi di consegna. È importante quindi fare attenzione ai tempi di consegna stimati dal corriere, per evitare di arrivare in vacanza prima delle proprie valigie.

Anche noi italiani sempre più spesso prenotiamo i nostri viaggi online e quando si tratta di andare all’estero spesso cerchiamo la tariffa più conveniente per il volo aereo, concentrando tutte le atteMaggiori informazioni

Come e cosa puoi spedire dall’Italia all’estero con corriere espresso?

Il commercio online sta diventando una delle maggiori leve per l’export italiano, soprattutto per le piccole e medie imprese che, grazie al canale online, si ritrovano a vendere anche su mercati internazionali e a spedire i propri prodotti all’estero.

Per chi ha sempre operato sul mercato italiano, trovarsi ad effettuare spedizioni internazionali può comportare alcuni cambiamenti nella propria organizzazione logistica, sotto vari aspetti: la scelta del corriere, il calcolo della tariffa, il tracciamento della spedizione, documentazione aggiuntiva su alcuni prodotti come i generi alimentari, la spedizione di articoli particolari come gli oggetti di grosse dimensioni. Vediamo di seguito una lista delle cose che dovrai verificare prima di inviare i tuoi prodotti all’estero.

I prodotti che puoi spedire all’estero

Una prima cosa da fare è verificare se puoi esportare i tuoi prodotti in altri paesi e soprattutto quali. Gli scambi nell’Unione Europea godono per fortuna di una normativa abbastanza uniforme, ma negli altri paesi la normativa può cambiare sotto vari aspetti. Prima di specificare sul tuo sito di e-commerce in quali paesi puoi spedire i tuoi prodotti, verifica che non rientrino ad esempio nella lista di oggetti proibiti di qualche specifico paese e soprattutto della documentazione che serve per superare tutti i controlli che vengono effettuati alla dogana. I generi alimentari, poi, hanno una normativa specifica per le esportazioni.

Il costo delle spedizioni internazionali: le tariffe di un pacco ordinario internazionale

Una volta verificato che puoi spedire all’estero i tuoi prodotti, dovrai scegliere il corriere più adatto alle tue esigenze. Se ti sei affidato prevalentemente ad uno specifico corriere per le consegne sul territorio italiano, per spedizioni internazionali economiche potresti doverti rivolgere invece ad un altro spedizioniere perché più competitivo sui trasporti internazionali. È opportuno quindi richiedere preventivi anche ad altri vettori, o utilizzare comparatori online delle tariffe di corrieri italiani e internazionali. Di norma, i corrieri italiani hanno prezzi migliori per le consegne in Italia grazie alle numerose filiali sul territorio, ma per le spedizioni internazionali potrebbero essere più convenienti altri corrieri. E anche in questo caso dipende molto da dove spedirai: alcune compagnie hanno infatti una rete più sviluppata in Europa, altre sono più specializzate nei trasporti internazionali aerei o via nave; altre, come Bartolini, oltre alle filiali sul territorio italiano, hanno soluzioni specifiche per le spedizioni internazionali, come il servizio DPD. Ecco perché è importante richiedere più preventivi o confrontare le tariffe online tramite i comparatori.

Spedire oggetti di grosse dimensioni all’estero con il corriere

Nel paragrafo precedente abbiamo visto la casistica più generale dell’invio di pacchi ordinari, diverso è invece il caso in cui si debbano spedire all’estero oggetti di grosse dimensioni. In questo caso, la migliore tariffa non è necessariamente quella dei corrieri internazionali, in quanto ci sono spedizionieri specializzati nel trasporto di oggetti pesanti e voluminosi. Ogni corriere, inoltre, presenta dei limiti entro i quali deve rientrare un oggetto: limiti di dimensioni e di peso, oltre i quali il trasporto non è consentito, quanto meno non con le normali tariffe. Sul mercato italiano, uno dei leader per questo tipo di spedizioni è sicuramente Artoni, con cui puoi spedire pacchi pesanti e di grosse dimensioni. Grazie al servizio Artoni Internazionale, puoi inviare facilmente all’estero oggetti pesanti e voluminosi.

Tracciamento della merce inviata all’estero

Tra le opzioni che puoi verificare con i compratori delle tariffe dei corrieri, c’è quella di scegliere la spedizione più rapida. Tuttavia, quando si tratta di inviare un prodotto all’estero, specialmente se di grosse dimensioni, i tempi di consegna necessariamente si allungano. È per questo che diventa ancora più importante tracciare la spedizione: la merce può infatti subire più facilmente ritardi, visto che il percorso può comprendere più centri di smistamento, dogane, porzioni di tragitto in nave o in aereo. Avere il tracking online ti consente di conoscere in ogni momento lo stato della consegna del prodotto.

Soluzioni per spedizioni aziendali

Quando si tratta di spedire all’estero, anche se sei una piccola impresa con un e-commerce che non fa grossi volumi di vendite fuori dall’Italia, migliorare la propria organizzazione logistica diventa fondamentale, in modo da rendere il processo di spedizione più rapido ed efficiente. Soluzioni online per spedizioni aziendali sono pensati proprio per questo obiettivo, rendendo più rapido, economico e privo di errori il processo che intercorre tra l’ordine effettuato dal cliente e la spedizione del pacco. Ridurre i tempi e aumentare l’efficienza può fare la differenza quando si tratta di spedire i tuoi prodotti oltreconfine.

Il commercio online sta diventando una delle maggiori leve per l’export italiano, soprattutto per le piccole e medie imprese che, grazie al canale online, si ritrovano a vendere anche su mercati interMaggiori informazioni

Come spedire una tavola da surf

L’estate è in arrivo! Stai pensando di portarti in vacanza la tua tavola da surf per passare fantastici momenti tra le onde? Packlink ti propone una soluzione economica e semplice. Spedisci la tua tavola da surf al miglior prezzo.

Ricorda che, trattandosi di un oggetto piuttosto ingombrante, non tutti i corrieri potranno garantirti la spedizione, ma con Packlink sarà molto semplice scegliere i servizi migliori.

È la prima volta che trasporti la tua tavola tramite corriere? Ecco alcuni consigli di imballaggio per ottenere risultati perfetti. Ti consigliamo anche di leggere la sezione dedicata al corretto imballaggio presente sul sito di Packlink.

  • Prima di tutto, avvolgila completamente nel pluriball, sigillandola completamente.
  • Poi, mettila nel suo fodero.
  • Cerca di procurarti una scatola adatta alle dimensioni della tavola (ci sono diversi siti che vendono imballaggi specifici) e utilizza materiale imbottito in modo da non lasciare spazi vuoti all’interno.

Qualora ciò non fosse possibile, è molto importante non spedire la tavola solo con la custodia perché non sarebbe sufficientemente protetta (anche se prima l’hai avvolta nella pluriball). In questo caso, avvolgila nuovamente con il pluriball, raggiungendo uno spessore di circa 1,5 cm per ammortizzare eventuali colpi durante lo spostamento o il trasporto, il carico e lo scarico.

Dopo aver impacchettato la tua tavola, dovrai pesare e misurare la scatola per calcolare il prezzo della spedizione. Sul sito di Packlink basterà inserire sul modulo di ricerca le dimensioni in centimetri e il peso in chilogrammi.

Otterrai sicuramente diversi risultati: scegli l’opzione più adatta a te e inizia il processo di selezione.

Una volta terminato, non dimenticare di stampare e incollare le etichette del corriere sulla scatola, senza coprire il codice a barre con il nastro adesivo, perché altrimenti il corriere non potrà scansionarlo correttamente dal suo palmare.

Hai già terminato. È stato semplice, vero? Bene, adesso rilassati e pensa che le onde ti stanno aspettando, e che noi ci prenderemo cura di tutto il resto. Buon viaggio!

L’estate è in arrivo! Stai pensando di portarti in vacanza la tua tavola da surf per passare fantastici momenti tra le onde? Packlink ti propone una soluzione economica e semplice. Spedisci la tua tavMaggiori informazioni

CAP: imprescindibili di una spedizione

Il codice di avviamento postale è uno degli elementi che devono essere inseriti correttamente nei documenti di spedizione per evitare ritardi o errate consegne.

Il codice postale è un codice alfanumerico che identifica univocamente la località di origine o destinazione della spedizione, in Italia ne abbiamo 41 differenti. Il CAP, come è comunemente chiamato in Italia, vide la luce per la prima volta in Germania nel 1941 e fu introdotto in Italia nel 1967.

Si tratta dunque di una convenzione abbastanza recente che ancora non è stata applicata in tutti gli stati, esistono infatti alcune località in cui il sistema di avviamento postale non è stato introdotto (Hong Kong, per esempio), mentre esistono paesi, come gli Stati Uniti, in cui si superano i 43000 diversi tipi di CAP.

In Italia il sistema di avviamento postale è stata riformato nel 2006, con l’eliminazione del codice generico xx100. Identificando la località esatta di spedizione, il codice deve contenere tutte le informazioni ad essa relative: la prima cifra corrisponde alla regione, la seconda e la terza alla provincia, mentre la quarta e la quinta indicano la zona della città.

Mentre in Italia e nella maggior parte dei paesi europei, il CAP è numerico, in America e in Inghilterra lo “zip code” è costituito anche da lettere. Se non sai quale sia il codice di avviamento postale della località dove devi spedire, su Packlink sarà semplice rintracciarlo inserendo il nome della località dove devi spedire.

Una volta trovato il codice postale corrispondente alla destinazione del proprio invio, è necessario indicarlo sulla lettera di vettura, se si decide di non compilarla e stamparla online, come segue: CAP, città/località corrispondente, sigla della provincia di spedizione.

Esistono vari siti online che permettono di rintracciare il codice postale di tutti i comuni italiani ( come per esempio Comuni-Italiani.it) o internazionali come nel caso di  GeoPostCodes.

Il codice di avviamento postale è uno degli elementi che devono essere inseriti correttamente nei documenti di spedizione per evitare ritardi o errate consegne.Il codice postale è un codice alfanumeriMaggiori informazioni

Come vendere prodotti fatti a mano e artigianali su internet

Lavorare a maglia, ricamare, creare con le proprie mani braccialetti, borse, collanine e oggetti di design, preparare cibi casalinghi e ricette tipiche non solo sono tornati di moda, ma tanti artigiani amatoriali hanno pensato di unire l’utile al dilettevole trasformando il loro hobby in fonte di reddito. Come? Vendendo le loro produzioni non in un negozio fisico (troppo tempo e troppi impegni per chi magari ha già un altro lavoro) ma nei negozi virtuali dei marketplace specializzati in handmade che si stanno moltiplicando su Internet, come DaWanda, Miss Hobby, A little Market, Etsy Italia.

Ma quali sono gli oggetti fatti a mano più venduti su internet e quali sono le strategie da adottare per iniziare a vendere le proprie creazioni?

Tra i prodotti più venduti sul web a farla da padrone sono le t-shirt personalizzate, seguite da stampe fatte in casa, lavori a maglia, braccialetti ed oggetti di bigiotteria. Per chi vuole trasformare i propri hobby e la propria creatività in una vera e propria fonte di guadagno, vediamo quali sono gli accorgimenti da adottare e le strategie più semplici per iniziare a vendere on-line le proprie creazioni.

Apri un negozio online

Il primo passo è quello di creare un negozio online con le proprie creazioni. Crea, quindi, un sito internet facile da navigare e su cui sia immediato poter fare acquisti, utilizzando le forme di pagamento più utilizzate in rete come, ad esempio, PayPal. Puoi sfruttare i già citati marketplace italiani e internazionali per vendere prodotti artigianali online, come Miss Hobby, Etsy, DaWanda, Babirussa, o anche piattaforme come Blomming o eBay, non specializzate nell’artigianato, ma in cui è comunque possibile aprire un negozio online e vendere oggetti su internet.

Cura le immagini dei tuoi prodotti

Prenditi tutto il tempo che serve a cercare le migliori angolazioni possibili per valorizzare le immagini dei tuoi prodotti. L’aspetto grafico è uno degli elementi fondamentali per promuovere ciò che vuoi vendere on-line e per attirare il maggior numero di potenziali compratori. Vendere oggetti fatti a mano su internet è meno facile rispetto a qualche anno fa: la competizione è cresciuta e le immagini migliori fanno la differenza per vendere su Etsy e sugli altri marketplace più frequentati.

Utilizza i social media per condividere le tue creazioni

Il mondo dei media di condivisione sociale è strategico nel commercio online, soprattutto nel mondo delle creazioni fatte a mano, in cui sono spesso richiesti prodotti personalizzati ed è quindi importante il contatto diretto tra l’artigiano e la sua community. Attenzione però a come utilizzi i social network: non pubblicare troppi post, pena il calo di attenzione dei follower, ma soprattutto cerca di farti coinvolgere nelle conversazioni potenzialmente interessanti per il tuo business. Ci sono moltissimi social diversi da poter utilizzare ma come base di partenza ti consigliamo Facebook, Twitter e soprattutto Instagram e Pinterest, molto importanti per veicolare le immagini delle tue creazioni.

Crea un servizio di spedizioni economiche e assistenza efficace

L’economicità e l’efficienza del servizio di spedizione del pacco con i prodotti sono parte integrante dell’esperienza di acquisto, per cui è importante curare questo aspetto. I comparatori di spedizioni aiutano a trovare le tariffe dei corrieri più economiche o in alternativa le spedizioni più rapide. Anche se sei un piccolo artigiano, è importante curare la logistica e-commerce per garantire un’esperienza e un processo di acquisto facile, veloce e piacevole.

Un buon consiglio è quello di utilizzare servizi di spedizione efficienti, veloci e che garantiscano tempi certi di consegna e tracciabilità della merce spedita. Tranquillizzare gli acquirenti e renderli partecipi con tutte le informazioni possibili aumenterà la loro fiducia nei tuoi confronti.

Apri un blog

Oltre al sito e ai social network, un ottimo strumento di promozione e di narrazione della propria attività è il blog. Caratterizzato dalla dinamicità che manca al sito e dalla possibilità di approfondimento che manca ai social, il blog potrebbe essere il volano giusto per fare storytelling, raccontarsi e convogliare traffico targettizzato verso il tuo e-commerce e per salire nei risultati dei motori di ricerca.

Aggiorna a intervalli regolari la tua offerta di prodotti

Controlla sempre il tipo di prodotti che vendi e il modo in cui declini le offerte, magari inserendo nuovi oggetti in determinati periodi di tempo e togliendo ciò che hai difficoltà a vendere: così come avviene nei negozi fisici, è importante rinnovare la merce esposta. Se le vendite sono scarse, superato il periodo iniziale necessario a farti conoscere, inizia a fare qualche ricerca di mercato sui trend commerciali grazie ai principali servizi di analytics presenti sul web.

Sii costante nella promozione

Il consiglio più semplice, ma non per questo il più scontato, è quello di essere sempre costante nella pubblicizzazione dei tuoi prodotti, in modo da tenere il livello di attenzione dei potenziali compratori sempre alto. Sii presente sul web, sui social, condividi contenuti, aggiorna i tuoi profili e il blog ad intervalli regolari. In questo campo la costanza è la migliore qualità.

Lavorare a maglia, ricamare, creare con le proprie mani braccialetti, borse, collanine e oggetti di design, preparare cibi casalinghi e ricette tipiche non solo sono tornati di moda, ma tanti artigianMaggiori informazioni